21 settembre 2016

Shiatsu

Che cos’è lo SHIATSU

Seppure sia molto difficile dare una risposta, è possibile iniziare la descrizione di quest’arte antica dicendo che si fonda su un insieme di modelli in prevalenza appartenenti alle tradizioni cinese e giapponese. Unisce le tecniche dell’agopuntura alle moderne tecniche di massaggio, ma di base c’è molto altro… possiamo ricordare tecniche di stretching, tecniche su legamenti e articolazioni, tecniche di resistenza e rilassamento e altre tecniche, orientate sempre al benessere del ricevente.

Lo Shiatsu è una disciplina versatile nella misura in cui interviene con modalità differenti sull’essere umano agendo:
– mediante pressioni perpendicolari (portate con la mano, il gomito, il ginocchio);
– con manipolazioni del corpo;
– come “trattamento energetico”.

E’ una pratica dolce, piacevole da ricevere ed efficace nella quale trovano beneficio anche gli anziani, i bambini, le donne in gravidanza e gli sportivi;
aiuta a combattere lo stress, le tensioni muscolari, regola le funzioni degli organi interni, incluso il sistema immunitario, ristabilisce l’armonia del flusso dell’energia vitale (ki).

 

Lo Shiatsu è in grado di portare notevoli benefici al ricevente: agisce sul campo energetico ed elettromagnetico, entra in contatto con la struttura energetica del ricevente seguendo la rete dei meridiani, lavorando con la “tecnica delle due mani”; agisce anche sul tessuto connettivo, aumentandone l’idratazione, la duttilità e la capacità di trasmettere informazioni.

Lo Shiatsu non è solo una tecnica di manipolazione del corpo: la sua efficacia fa sì che abbia tutti i diritti di considerarsi una “medicina energetica”, una forma di cura che non dipende da strumenti o farmaci, bensì da segnali trasmessi dal corpo; da qui la difficoltà di descrivere compiutamente la complessità e bellezza di un’arte antica dalla storia millenaria.

Rif. C. Beresford-Cooke (Shiatsu-Teoria e Pratica)

 

Cosa serve per il trattamento

abbigliamento comodo (tuta da ginnastica)

Lo shiatsu non produce effetti collaterali indesiderabili e qualsiasi fenomeno possa verificarsi in questo senso dipende da reazioni spontanee e naturali di adeguamento dell’organismo, variabili da persona a persona.